Correnti Galvaniche

Le correnti galvaniche e i disturbi posturali

Le CORRENTI GALVANICHE sono correnti elettriche (cioè un flusso di elettroni) di debole intensità, generate dalla differenza di potenziale elettrico tra due materiali diversi.

In fisiologia, il galvanismo è la contrazione di un muscolo stimolato da una corrente elettrica.

La scienza dimentica che il corpo umano è composto al 70% circa di sostanze liquide di cui a loro volta regolate da ph e campi elettrici, per cui ha un grande potenziale elettrogalvanico, è un grande laboratorio di chimica, per tanto qualsiasi materia chimica essa sia presente in modo invasivo, nel corpo, sarà aggredita diventandone fonte dissociativa ionica di elementi tossici.

Ecco cosa scrive il Dott. RAUE:

Galvanismo Orale: Nel 1977 ho iniziato ad usare di routine un amperometro per le misurazione delle correnti endo-orali nella mia pratica quotidiana di dentista. Nel periodo che va dalla metà del 1977 alla metà del 1980 su ben 978 pazienti ho rilevato valori sospetti, cioè dai 6 mcA in su, e quando questi valori sospetti erano associati con sintomi clinici ho consigliato la rimozione dell’amalgama coinvolta. Valori inferiori ai 3 mcA sono stati considerati invece “non sospetti“, cioè con nessun significato clinico, valori tra i 3 e i 5 mcA sono stati tralasciati in prima battuta, anche se l’indicazione per essi deve essere di effettuare controlli ulteriori a distanza di tempo.

I sintomi più importanti sono:

  • mal di testa (57 casi),
  • vertigini (20 casi),
  • nausea e vomito (6),
  • emicrania (6),
  • svenimenti (4),
  • fibrillazioni oculari (3),
  • ronzio auricolare (1),
  • gusto sgradevole (1),
  • dolore alla mandibola (1).

 

Le sintomatologie di questi 99 pazienti, che si erano dimostrate resistenti ai vari tentativi terapeutici effettuati fino ad allora da cliniche e specialisti, sono sparite completamente con la rimozione dell’amalgama dentale.

I risultati di queste ricerche non dovrebbero essere ignorati da medici e dentisti. È ampiamente dimostrato che le correnti elettriche che le otturazioni di amalgama nei denti possono produrre, rappresentano un focus patogeno con effetti sistemici di vario tipo sull’organismo. In nessuna delle riviste scientifiche e mediche più importanti che si occupano delle cause di problemi come il mal di testa, vertigini, nausea etc.., è rivolta l’attenzione al problema dell’elettrogalvanismo orale e alle sue misurazioni.

Sulla base dei risultati registrati durante le mie innumerevoli osservazioni, posso fare due affermazioni:

  1. possiamo osservare una significativa differenza di potenziale non soltanto tra otturazione di amalgama e otturazione di oro, ma anche tra amalgama e amalgama e tra amalgama e acciaio, e questo nel 50% dei casi.
  2. i miei due anni di osservazione conducono alla scoperta di un centinaio di casi di malattie correlate alla presenza di correnti galvaniche ( >5mcA) nella bocca che si risolvono a seguito della rimozione dell’amalgama dentale.

 

Correnti Galvaniche

Postura e patologie influenzate dai polimetallismi e dai microgalvanismi

In bocca possono essere presenti vari metalli e varie leghe metalliche, come ad esempio vecchie ricostruzioni in amalgama (composte da mercurio e argento), ponti metallici, splintaggi ecc., che provocano con la saliva, processi elettrolitici.

Il mercurio è un buon conduttore elettrico e diamagnetico, così come l’argento.
Una differenza di temperatura fra due metalli provoca sempre una corrente.
È ciò che succede tra i metalli della bocca e gli orecchini o le catenine attorno al collo.
I microgalvanismi potrebbero provocare differenti patologie. Per comprenderne il significato bisogna tener conto di due elementi: differenze di potenziale abituale di una fibra nervosa o muscolare e l’esistenza di una rete energetica cutanea.

Normalmente, nella conduzione nervosa, grazie ai fenomeni di depolarizzazione e ripolarizzazione, intervengono correnti che oscillano tra i – 100 e i + 60 millivolts.
Accade spesso di trovare correnti patogene tra un’amalgama dentaria e un altro metallo, sia in bocca che a distanza, superiori a 400/500 millivolts.

Il corpo è tappezzato di punti e meridiani energetici nei quali scorre energia che non è altro che energia elettromagnetica.
Indossare una serie di monili metallici può provocare una perturbazione della circolazione energetica dei meridiani allo stesso modo in cui possono perturbare le microcorrenti.
Se esiste una patologia inspiegabile nella sfera bucco-facciale o in altre sedi del corpo (escludendo fattori più gravi), bisognerebbe pensare ad influenze delle microcorrenti.
Alcuni studi hanno dimostrato che numerose patologie reumatiche, ipertensione, stanchezze inspiegabili diminuzioni di forza muscolare, insonnie, mal di testa, cervicalgie, vertigini ecc., possono essere influenzate dai microgalvanismi.

Secondo il dr Bricot l’azione deleteria di metalli (ad esempio una catenina intorno al collo) e delle correnti galvaniche periferiche possono esistere con o senza metalli in bocca. Ciò è stato scoperto e provato ottenendo una correzione completa del sistema posturale di un paziente con miglioramento dell’ampiezza della rotazione della testa, togliendo la catenina d’oro indossata dal soggetto che non aveva nessun metallo in bocca.

Un esempio: NEVRALGIA ATIPICA TRIGEMINALE ASSOCIATA A PIERCING ALLA LINGUA…SENSIBILITÀ’ GALVANICA
Articolo apparso su JAMA del 2006

Caso di una donna che si lamentava di dolore al viso e alla testa che ha avuto inizio un mese dopo il piercing, ed è durato per due mesi fino a quando non lo ha rimosso.
L’articolo descrive che il dolore arrivasse in episodi descritti come “scosse elettriche ” che “duravano da 10 a 30 secondi e si ripetevano da 20 a 30 volte al giorno, aumentando di frequenza e gravità nelle ultime settimane. per gli autori, questi episodi erano coerenti con il disturbo noto come nevralgia del trigemino.

La nevralgia trigeminale atipica è una forma meno comune del disturbo ed è caratterizzata da dolori meno intensi, costanti, opachi o doloranti.
Alla donna nell’articolo di JAMA è stata diagnosticata con nevralgia del trigemino atipica, basata sulle descrizioni del suo dolore (e sulla sua mancanza di reazione alla carbamazapina). Dopo il fallimento del farmaco, la rimozione del piercing alla lingua, ha fatto scomparire i sintomi entro 48 ore.

Sebbene sia stato ipotizzato che il piercing alla lingua fosse la causa della nevralgia, è stato anche osservato: “Il sintomo era probabilmente secondario a un impianto linguale metallico, e sebbene i reperti indichino il coinvolgimento del sistema trigeminale, la posizione del piercing e dell’impianto non hanno lesionato il nervo”.

CAUSA
La causa viene orientata sul meccanismo meccanico, chimico e galvanico che ha portato alla sensibilizzazione periferica e centrale del trigemino.

CONSIDERAZIONI
L’utilità clinica può essere rivolta a chi si occupa della valutazione posturale e la gestione del dolore, nel considerare la presenza di piercing come parte integrante di un sistema che cerca ogni momento un adattarsi per raggiungere l’equilibrio.

Correnti Galvaniche

Condividi questo articolo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Posso fare davvero tanto per aiutarti!

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Donec viverra, ex non vulputate pellentesque, augue dui sollicitudin ex, id venenatis nisi velit eget sapien.